Novità sulla situazione ACEA

CAUSA UN  BANALE ERRORE  DÌ  INTERPRETAZIONE  DEI  DATI  IN  NOSTRO  POSSESSO  IL  PRECEDENTE ARTICOLO SULL’ACEA VA  COSÌ  RILETTO.
CI SCUSIAMO CON TUTTI QUELLI CHE HANNO LA PAZIENZA DI SEGUIRCI:

Il debito della “comunione” verso ACEA ed altri (Nicola, Mib,portineria, avvocati etc.) sembra essere di circa 500mila €, dunque ci dobbiamo aspettare oltre ai 233€ + iva. dell’ente erogatore dell’acqua, una richiesta più o meno simile (nella loro totalità) da gli altri soggetti creditori.
Nell’immediato, per far fronte alla prima problematica, un gruppo di circa 20 persone tramite avvocato ha mandato una lettera di diffida ad ACEA ato2 il cui senso si può riassumere così:
“pur avendo i sottoscritti inviato regolare reclamo chiedendo delucidazioni riguardo la voce “addebiti accrediti” per un importo pari a 233€ più iva, non avendo a tutt’oggi ricevuto adeguata ed ufficiale risposta, se non la riceveranno entro i prossimi 10 giorni adiranno a vie legali per far valere i propri diritti”.

A quel punto se il silenzio dell’ente pubblico permarrà, chiunque si potrà “accodare” ai firmatari per la citazione in giudizio.

La procedura legale che deve adottare ACEA è la seguente:
Pretendere dall’ex amministratore del complesso residenziale Parco Azzurro il pagamento degli insoluti, lo stesso non avendo in cassa risorse adeguate “deve” inviare la lista di coloro che considera morosi.

Chi ha già inviato il modulo di contestazione con richiesta di chiarimenti circa la voce addebiti/accrediti nei primi giorni di Agosto dovrebbe aver ricevuto un sollecito di pagamento con intimazione di distacco.

Se intende “resistere” (ovvero non pagare) la procedura è la seguente:

Recarsi presso gli uffici ACEA

( dal 28 sett. riapre la sede di via tiburtina)

con i seguenti documenti:

-Copia reclamo
-Copia ricevuta di ritorno
-Copia bolletta
-Copia documento di identità
-Eventuale delega (anche per più persone)
Cosi “attrezzati” si potrà chiedere la sospensione del pagamento in attesa dell’esito del ricorso,esito che l’ente erogatore dovrà comunicare all’utente in forma scritta.
Chi non ha ancora ricevuto nulla resti in attesa, poiché c’è stata una diffida legale è probabile che acea sospenda d’ufficio i solleciti .
Se entro 10 giorni l’avvocato non riceverà risposta inizierà ad organizzare la citazione in giudizio.
A quel punto lo pubblicizzeremo e chiunque vorrà vedere tutelati i propri diritti potrà firmare la “pre-adesione” . Per contenere i costi a cifre accettabili (20/15€) dovremo essere tra i 100 e i 150 ricorrenti .

la redazione

8 commenti su “Novità sulla situazione ACEA”

  1. Buonasera
    Ho ricevuto oggi il sollecito di pagamento della fattura in questione con conseguente distacco in caso di mancato pagamento. Anch’io ho inviato il modulo di reclamo senza ricevere risposta. Volevo sapere se ci sono altri sviluppi e a chi mi posso rivolgere per saperne qualcosa di più circa le azioni legali da intraprendere.
    Grazie
    Lorena mastrantonio

  2. Premesso che sono uno dei pochi che a Parco Azzurro hanno sempre pagato le quote condominiali e l’acqua come da bollette emesse dalle varie gestioni che si sono succedute nel tempo, Per quanto riguarda i rapporti con l’ACEA, ho firmato un contratto con questa azienda che non prevede nulla di ciò che invece adesso sta pretendendo. Da quando è iniziata la gestione ACEA ho assistito solamente a dei tentativi di estorsione attraverso letture di contatore inesistenti oppure attraverso altre voci come “Addebiti/accrediti diversi”. Non capisco quindi i motivi della nostra riluttanza ad intraprendere azioni legali nei confronti di chi si sta comportando in una maniera alquanto scorretta e, a quanto pare, sta ignorando le proteste degli utenti. Firmato Silvano Salustri/M.A. Iappelli

    1. Vorrei aggiungere alcune sintetiche considerazioni sull’operato di chi agisce in regime di monopolio.
      A fronte di una mia protesta per un’errata fatturazione, la risposta è stata: “abbiamo valutato positivamente la sua richiesta” senza una parola di scuse.
      Poiché singolarmente siamo indifesi, perché non coinvolgere le associazioni a difesa dei consumatori, ad esempio Altroconsumo, e dare la massima pubblicità alla cosa?
      Credo che otterremo molto di più.
      Forse, c’è spazio anche per una denuncia per danni.
      Idee troppo forti per la società dei nostri tempi?

  3. Si, ma occorre mantenere la massima attenzione su questa assurda situazione (ovviamente lo è per chi ha SEMPRE PUNTUALMENTE PAGATO) per evitare che vengano attuati “colpi di caffè” da parte dell’Acea (distacco senza rispettare quanto prevede l’attuale normativa in materia). Ammiraglio Algimiro NATALE

  4. Utile SI ma maggior chiarezza e dettagli.
    Abbiamo inviato il modulo a mezzo RR all’ACEA2 non abbiamo avuto risposta. Abbiamo sempre pagato l’acqua,e non vogliamo pagarla 2 volte.
    Chi è più informato,ci consigli anche se per vie legali ad una giusta opposizione alla richiesta Acea.
    Grazie.
    A.Avalle

    1. Al momento la situazione è la seguente:
      Chi ha inviato il modulo di reclamo chiedendo chiarimenti già ad inizio agosto dovrebbe aver ricevuto un sollecito con intimazione di distacco.
      In questo caso, se intende “resistere”, dovrà eguire la seguente procedura (che a breve spediremo a tutti).
      Recandosi presso gli uffici di piramide muniti della seguente documentazione:
      -Copia reclamo
      -Copia ricevuta di ritorno
      -Copia bolletta in questione
      -Copia documento di riconoscimento
      potrà chiedere la “sospenzione” del pagamento fino a ricorso concluso. Questo avverrà tramite lettera da parte acea dove sarà indicato se è stato accolto o respinto. in ogni caso si prende tempo.
      Chi non ha ancora ricevuto alcun sollecito deve aspettare.
      Poichè c’è stata una diffida legale è probabile che lo stesso ente erogatore sospenda d’ufficio.
      Se l’avvocato entro i prossimi 10 giorni non riceverà risposta organizzerà la citazione in giudizio . A quel punto tutti coloro che vorranno vedere i propri diritti tutelati potranno partecipare. Ovviamente più saremo e meno costerà.

        1. Buon giorno,
          al momento abbiamo solamente fatto ricorso all’autorità garante per la concorrenza e per il mercato (come da articolo in evidenza), se entro la scadenza del prossimo trimestre (fine febbraio) non avremo notizie, procederemo con la raccolta delle firme per la citazione in giudizio dell’ente ACEA ato2.
          In questo caso faremo adeguata informazione.
          Nel frangente se vuole, anche in proprio può scrivere al “garante” …più lamentele ricevono meglio sarà!
          Nel su citato articolo in basso, scritto in verde trova scritto “sportello antitrust” clicchi sul link e avrà tutte le info.
          Cordiali saluti, Paolo Liani

Le informazioni sono state utili? ... Prego, inserisci il tuo commento o Ulteriori informazioni utili.