Prosegue la nostra azione sulla ATTIVITÀ COMMERCIALE SCORRETTA DI ACEA ATO 2

Prosegue la nostra azione sulla

ATTIVITÀ COMMERCIALE SCORRETTA DI ACEA ATO 2

Abbiamo consultato l’Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori A.D.U.C.

Con questa richiesta: Richiesta Consultazione per attivita COMMERCIALE SCORRETTA di ACEA ATO 2.pdf

Risposta : Risposta di A.D.U.C. per attivita COMMERCIALE SCORRETTA di ACEA ATO 2.pdf

Si è quindi provveduto a denunciare l’accaduto all’Antitrust per pratica commerciale scorretta con questa richiesta:
SEGNALAZIONE PER PRATICA COMMERCIALE SCORRETTA DI ACEA ATO 2 pdf

Risposta dell’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con presa in carico:
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
Piazza Verdi, 6/a
00198 Roma
Segnalazione n. W00054825
La Sua segnalazione è pervenuta all’Autorità e sarà attribuita per competenza alla Direzione Generale per la Tutela del Consumatore.Gli uffici provvederanno a verificare la rilevanza dei fatti segnalati per i profili di competenza e a comunicarLe l’eventuale avvio di un procedimento istruttorio, anche ai fini di una Sua possibile partecipazione al procedimento stesso.In caso di mancato avvio dell’istruttoria nel termine di 180 giorni dal ricevimento della segnalazione, quest’ultima si intende definita con una archiviazione o un non luogo a provvedere. In tale ultima ipotesi è facoltà dell’Autorità, anche in funzione di elementi sopravvenuti, di acquisire successivamente agli atti la segnalazione al fine di un eventuale approfondimento istruttorio d’ufficio.Si rappresenta, in ogni caso, che l’Autorità non ha competenza a risolvere singole controversie tra cittadini e imprese, ma ad accertare e sanzionare pratiche commerciali scorrette e pubblicità ingannevoli o comparative illecite idonee a ledere una pluralità di utenti, ovvero ad accertare la vessatorietà di clausole contenute in contratti tra imprese e consumatori che si concludono mediante adesione a condizioni generali di contratto, o con la sottoscrizione di moduli, modelli e formulari. La richiesta di intervento all’Autorità può essere successivamente integrata recuperando la segnalazione tramite la procedura di login effettuata al momento del primo inserimento, oppure avendo cura di riportare il riferimento (numero di segnalazione) sopra indicato, tramite fax al n. 06.85452510.

E ORA ASPETTIAMO GLI EVENTI
Per chiunque volesse fare segnalazioni su pratica commerciale scorretta aggiungo link per segnalazione all’antitrust.
Qualora l’antitrust valutasse fondati i motivi apre un’istruttoria e può comminare sanzioni elevate per i gestori.

http://www.agcm.it/component/webform/?view=modulo&Itemid=279
call center: 800.166.661
http://www.agcm.it/
Il numero è attivo dal lunedì al venerdì,
dalle ore 10 alle ore 14


 

link: http://newsgo.it/2015/05/aperta-una-indagine-sulle-possibili-scorrettezze-d-acea-ato-2/

scorettezze Acea Ato2

 

 

 

 

 

 

 

Un-muro-di-gomme acea

 

IL MURO DI GOMMA

 

 

 

Acea2

 

Novità sulla situazione ACEA

 

 

 

 

bollette acea maggiorate 480 350

 

Fatture Acea SECONDO TRIMESTRE 2015

2 commenti su “Prosegue la nostra azione sulla ATTIVITÀ COMMERCIALE SCORRETTA DI ACEA ATO 2”

  1. Riporto di seguito la mia esperienza Acea:
    Dopo la stipula del contratto con Acea, a partire dal 16 gennaio 2013 ho regolarmente ricevuto le bollette trimestrali che fatturavano dei consumi presunti (per intenderci i consumi obbligatori previsti dal contratto). Nel corso del 1 trim 2014 Acea ha provveduto alla sostituzione del contatore e da allora per tutto il 2014 ed il 2015 non ho ricevuto alcuna bolletta di pagamento, Ultimamente ,nel mese di Dicembre 2015 ho ricevuto una bolletta di conguaglio per tutto il periodo in questione. Non ho approfondito tutte le voci di cui si compone la bolletta, ma i consumi fatturati/presunti e gli importi richiesti sono in linea per un periodo di due anni. Nè tantomeno si fa riferimento ad addebiti/acrediti diversi..
    E possibile che Acea, alla luce dei reclami gia inviati abbia rivisto la politica di recupero del credito?

  2. Cronistoria di un tormentato rapporto Acea ATO2-cliente

    Di seguito il nostro contributo alle azioni di Parco Azzurro nei confronti di Acea.

    Il mio primo contatto con Acea è avvenuto in data 28.03.2013; venivo invitata a firmare un contratto stipulato il 16.01.2013. Tale contratto viene firmato e restituito il 23.04.2013

    Le prime 4-5 fatture del 2013, per poche decine di Euro, si susseguono regolarmente e regolarmente vengono pagate.

    A sorpresa la prima fattura del 2014 riporta un importo a consumo di 2.136,00 Euro. Analogamente per il 2° trimestre 2014 ricevo una fattura a consumo di 410,00 Euro. Faccio le mie rimostranze facendo presente che le letture effettuate sono di pura fantasia e non corrispondono a quelle riportate nel contatore.

    Acea risponde (17.09.2014) di aver “valutato positivamente” la mia richiesta e storna le 2 fatture.

    Con il 3° trimestre 2014 Acea torna alla carica con una fattura di 239,00 Euro emessa sulla base di una lettura “fasulla” ed inoltre reca una voce “addebiti/accrediti diversi” del valore di 200,00 Euro. La mia nuova lettera di contestazione porta la data del 23.11.2014 ed invita Acea a leggere correttamente il contatore.

    Questa volta Acea risponde che a fronte di possibili errori di fatturazione debbo considerare nulla la fattura di 239,00 Euro che viene sostituita con una nuova vaneggiante fattura di 221,79 Euro inclusiva della voce “addebiti/accrediti diversi” di 200,00 Euro per intervento di distacco e intervento di riallaccio.

    Infatti, il 18.12.2014 Acea emette una nuova fattura di 221,79 Euro comprensiva sempre della voce “addebiti/accrediti diversi”. Tra l’altro, questa fattura veniva “recapitata” abbandonandola su un muretto non lontano dalla mia cassetta delle lettere.

    Ennesima mia raccomandata di protesta precisando inoltre che l’addebito di 200,00 Euro sulla voce “addebiti/accrediti diversi” prevede un distacco e un allaccio in realtà mai effettuati.
    A seguito di questa mia ultima raccomandata Acea storna la fattura dei 221,79 Euro.

    Finalmente, con la prima fattura del 2015 ho il piacere di ricevere un documento corretto: una fatturazione a consumo di 20,60 Euro e “precedenti pagamenti regolari”.

    Ahimè, gaudio di breve durata perché a partire dal 2° trimestre 2015 ricevo una nuova fattura per 274,55 Euro con la solita voce “addebiti/accrediti diversi” di 233,27 Euro.

    La storia prosegue con le recenti iniziative patrocinate dal “Nuovo Comitato di Quartiere Parco Azzurro”.

    A questo punto ritengo sia il caso di affermare che Acea non abbia il diritto di continuare a vessare i propri clienti con errori sempre a senso unico che fanno dubitare della correttezza nella gestione di una grande società come Acea ATO2.

    In una vera grande Azienda già da tempo sarebbero saltate le teste dei responsabili di questa indecorosa vicenda!

    Invito il “Nuovo Comitato di Quartiere Parco Azzurro” a perseverare con un’azione per danni a tutela di tutti gli utenti Acea che hanno pagato o subìto analoghe angherie.

    Maria Antonietta Iappelli e Silvano Salustri

Le informazioni sono state utili? ... Prego, inserisci il tuo commento o Ulteriori informazioni utili.